Pianifica
la tua
vacanza
Hotel Ganischgerhof Deutschnofen Dolomiten Südtirol

Il giro del Latemar: un sogno in mountainbike a Obereggen

As you like it: il giro del Latemar in mountainbike si adatta perfettamente al motto del mondo Ganis. Offre possibilità illimitate per i principianti e per gli esperti – ed è il modo migliore per approfittare della Pensione 3/4 Ganis Plus+.

Lo diciamo senza esitazione: il giro del Latemar deve essere fatto almeno una volta nella vita! Non importa se in mountainbike, bici da corsa o da down hill. Un giro che parte proprio davanti alla porta d’ingresso del Ganischgerhof Mountain Resort & SPA che non ha eguali: chi fa il giro del Latemar in mountainbike ne sarà entusiasta – non importa se sia un principiante assoluto o un appassionato di enduro. Il giro attorno al Latemar sarà il sogno in mountainbike a Obereggen. Scenografico e ideale per godere dell’ottima cucina locale. Questa è la nostra promessa!

Il sogno in mountainbike inizia proprio da Obereggen. Il percorso procede inizialmente in piano e con calma, passando per il bellissimo Lago di Carezza, poi non troppo ripido fino al Passo Costalunga. 

 

L'imbarazzo della scelta

Scelta 1: per chi preferisce una pedalata più comoda sulla ghiaia in Val di Fassa. Gli amanti del sentiero, invece, otterranno pane per i loro denti se sceglieranno la variante più avventurosa e tecnicamente impegnativa. 

Scelta 2: la variante facile conduce ora lungo la pista ciclabile fino a Predazzo. Il tour Enduro, invece, sarà più faticoso. Gli unici metri in salita del circuito degni di nota devono ancora arrivare: prima da Moena alla funivia di Valbona e poi dalla stazione a monte attraverso un breve passaggio di trasporto. Dopo, però, vi aspetta il divertimento su uno dei migliori sentieri. Ripido, tecnico ed estremamente divertente: un vero sogno in mountainbike! 

Scelta 3: da Predazzo una cabinovia conduce alla Baita Gardoné. Chi ha ancora abbastanza batteria con l’e-bike o è così in forma per pedalare a lungo in salita può anche prendere la strada forestale (in parte molto ripida). Tutti gli altri invece possono arrivare comodamente in funivia alla Gardoné, dove ci aspetta una meritata pausa. 

Scelta 4: forse la scelta più ardua di questo giro del Latemar in mountainbikeKaiserschmarrn o Fiorentina? Con la pensione 3/4 Ganis Plus+ i nostri ospiti hanno l’imbarazzo della scelta. Qualunque cosa decidiate: vi vizieremo con la cucina della Baita Gardoné senza che dobbiate pagare alcun extra per il cibo. 

Scelta 5: In realtà non è proprio una scelta, ma quasi un obbligo. Dalla Gardoné prendiamo la seggiovia per il Passo Feudo. La strada è così ripida che solo pochissime persone in bicicletta riescono a gestirla. 

Scelta 6: La discesa dal Passo Feudo porta ora molto comodamente giù a Obereggen sull’asfalto. Lungo il percorso si passa per la Ganischgeralm, che offre un’alternativa alla sosta alla Baita Gardoné – sempre con i vantaggi della pensione 3/4 Ganis Plus+. Anche gli amanti dei sentieri troveranno una variante emozionante e divertente per tornare a Obereggen. 

Scelta 7: Chi vuole concludere la giornata a Obereggen in modo rilassato ha la possibilità di godersi un rinfrescante drink al Platzl con una fantastica vista sul massiccio del Latemar. Chi invece ha ancora abbastanza energia nelle batterie o nelle gambe può anche tornare in bicicletta a Nova Ponente al Ganischgerhof Mountain Resort & SPA. Una discesa iniziale sulla strada è seguita da una salita al termine della quale giunge la meritata ricompensa con tutti i comfort del nostro hotel. 

E scommetto che dopo questa esperienza sarete d’accordo con noi che, sí, il giro del Latemar debba essere fatto almeno una volta nella vita!