Pronti per la vostra vacanza?

Fate subito una richiesta senza impegno o prenotate direttamente la vostra esperienza di vacanza più varia nelle Alpi dai Ganis.

Pianifica
la tua
vacanza
Hotel Ganischgerhof Deutschnofen Dolomiten Südtirol

Klaus – un Mountainbiker per passione

Come il bike in mezzo al paradiso nelle Dolomiti accompagna la sua vita

Klaus Pichler gestisce il Ganischgerhof e lo si può trovare ogni giorno alla Gardoné. Apprezza il fatto di vivere qui, in un paradiso nel mezzo delle Dolomiti – e, quindi, è in giro con la sua mountainbike, o e-mountainbike, quasi tutti i giorni. Adora condividere questa sua passione con i suoi ospiti. Almeno una volta alla settimana, in qualità di bike guide certificata, accompagna in prima persona gli ospiti in un bike tour.

Se la giornata di Klaus Pichler avesse 48 ore, probabilmente sarebbe ancora troppo corta. L’appassionato direttore d’albergo ama le montagne e la sua casa nelle Dolomiti – e lo si può vedere in ogni momento. E lo stesso Klaus che gestisce il Ganischgerhof e si assicura che i suoi ospiti banchettino ogni giorno come si deve sulla Gardoné. “Apprezzo davvero ogni giorno che viviamo qui in paradiso“, dice con soddisfazione.

Quando Klaus dice paradiso, pensa (soprattutto) alle infinite possibilità di esplorare qui su ruote chiodate. “Sono più di 20 anni che vado in mountainbike“, dice, ripensando al tempo in cui andava a giorni alterni dal Ganischgerhof alla Laab-Alm e ritorno attraverso il bosco con una bici completamente smontata. Il suo Fully andava “come un’altalena” e a un certo punto lo ha definitivamente abbandonato. Rottura del telaio. Incastrato nei pedali, Klaus cadde goffamente come una figura di Playmobil.

Ragione sufficiente per fare un nuovo investimento, che oggettivamente è anni luce migliore rispetto a quel ferro vecchio. Più divertimento, più sicurezza, più possibilità – e in più lo scenario di mountainbike che è praticamente esploso qua nel paradiso delle Dolomiti. Una decina di anni fa, il Ganischgerhof è entrato a far parte della cerchia esclusiva dei bikehotels dell’Alto Adige. Invece di assumere una guida bike, Klaus ha deciso di fare il corso per diventare lui stesso una bike guide qualificata.

Da allora, il mio modo di andare in bicicletta è cambiato significativamente“, dice guardando indietro. E, quindi, anche le possibilità che gli offre la zona intorno al Ganischgerhof. Lui pedala ancora regolarmente lungo il tour alla Laabalm, ma ora include anche i sentieri rocciosi in discesa. O il giro attorno al Latemar, il tour preferito in assoluto di Klaus. “Naturalmente si può fare senza alcuna difficoltà tecnica”, dice con un sorriso, “ma la versione trail è molto più divertente”.

Tuttavia, Klaus si annovera tra i biker di piacere e non tra la frazione adrenalinica del freeride e del downhill. E questo si è manifestato dall’avvento delle e-bike. “I tour che prima mi portavano via un giorno, ora li faccio in tre ore”, spiega Klaus. E per uno come lui, che passa molto tempo nelle sue strutture e con i suoi ospiti, è anche importante che non si esaurisca troppo nei tour. “Dopo tutto, ho già 50 anni”, dice facendo l’occhiolino.

Gli ospiti del Ganischgerhof possono sperimentare quanto possa essere rilassante e allo stesso tempo impressionante un tour in mountainbike con Klaus, poiché almeno una volta alla settimana è proprio lui la guida di un tour. Dove vada, dipende da cosa vogliono gli ospiti. Ma Klaus consiglia ad ogni ospite del Ganischgerhof di provare almeno una volta l’e-mountain bike. “Abbiamo una rete di sentieri di oltre 800 chilometri qui”, dice. “C’è davvero qualcosa per tutti”. Soprattutto, un sacco di tempo per fermarsi e ammirare il paesaggio – un paradiso. “Anche se ho già scattato 1.000 foto”, dice, raggiante, “devo sempre scendere e prendere la macchina fotografica”.

Il mondo Ganis


a disposizione